Artigiani al mercatino: Giuliano, Loris e Giuliano

da “le avventure di Pinocchio”….

— C’era una volta…
— Un re! — diranno subito i miei piccoli lettori.
— No, ragazzi, avete sbagliato. C’era una volta un pezzo di legno.
Non era un legno di lusso, ma un semplice pezzo da catasta, di quelli che d’inverno si mettono nelle stufe e nei caminetti per accendere il fuoco e per riscaldare le stanze.
Non so come andasse, ma il fatto gli è che un bel giorno questo pezzo di legno capitò nella bottega di un vecchio falegname, il quale aveva nome Mastr’Antonio, se non che tutti lo chiamavano maestro Ciliegia, per via della punta del suo naso, che era sempre lustra e paonazza, come una ciliegia matura.
Appena maestro Ciliegia ebbe visto quel pezzo di legno, si rallegrò tutto; e dandosi una fregatina di mani per la contentezza, borbottò a mezza voce:
— Questo legno è capitato a tempo; voglio servirmene per fare una gamba di tavolino. —  
Detto fatto, prese subito l’ascia arrotata per cominciare a levargli la scorza e a digrossarlo; ma quando fu lí per lasciare andare la prima asciata, rimase col braccio sospeso in aria, perché sentí una vocina sottile sottile, che disse raccomandandosi:
— Non mi picchiar tanto forte! —
Figuratevi come rimase quel buon vecchio di maestro Ciliegia!

Ce li immaginiamo così i nostri artigiani…occupati a trasformare un pezzo di legno in qualcosa di straordinario, di unico, di magico…Vogliamo anche immaginare voi visitatori, stupiti come maestro Ciliegia, dalla bellezza delle opere create

Ve li presentiamo in serie, questi tre artigiani del legno, con queste foto e con le loro proposte, invitandovi poi di persona a venirli a visitare nelle loro “botteghe” all’interno del Mercatino di Santa Massenza.

Giuliano Ognibeni, creazioni in legno riciclato e/o altri materiali di recupero

Giuliano Trenti, oggetti in legno fatti al tornio

Loris Bolognani, quadri e cornici

trenti-giuliano

Trenti Giuliano

Loris Bolognani

Loris Bolognini

Giuliano Ognibeni

Giuliano Ognibeni

Artigiani al mercatino: Marinella ed i suoi incensi

“La fenice … si ciba non di frutta o di fiori, ma di incenso e resine odorose. Dopo aver vissuto cinquecento anni, con le fronde di una quercia si costruisce un nido sulla sommità di una palma, ci ammonticchia cannella, spigonardo e mirra, e ci s’abbandona sopra, morendo, esalando il suo ultimo respiro fra gli aromi […]”
(tratto da Le Metamorfosi di Ovidio)

Marinella Samari

Marinella Samari

E così, con questa introduzione che proviene da racconti mitologici dell’antichità greca e romana, vogliamo evocare il fascino ed anche il profumo, per quanto sia possibile in parole, di quanto potrete trovare all’interno dello stand di Marinella: bruciainensi a ciminiera ed oggetti in vetrofusione, tutti rigorosamente fatti a mano, come raccontato dalla seguente foto.
Per un’idea regalo profumata ed allo stesso tempo originale, vi consigliamo di non perdere lo stand di Samari Marinella.

samari

Artigiani al mercatino: Bruno ed il suo miele

Per presentare in maniera diversa il prossimo espositore, siamo andati alla ricerca di qualcosa di davvero originale, scritto non da un poeta, non da un compositore ma da un semplice bambino, in visita ad un aviario didattico. Ecco ciò che vede un bambino! Forse anche noi, al Mercatino di Natale di Santa Massenza, dovremmo ritornare un poco bambini e goderci appieno la sua magia.
Da Bruno si possono trovare miele di vari tipi, polline, propoli, cesti regalo, candele, cucito creativo, stelle di natale, piccole composizioni, kit alimentari per preparazione di piatti tipici trentini.

 

Immagino: sono un’ape tra le api

Buon giorno, sono compare Oscar e adesso vi racconto una bella storia! Tanti anni fa, ero un uomo ma poi, con un incantesimo mi sono trasformato in un’ape; appena sono arrivato nell’alveare ho avuto un po’ di paura ma le altre api mi hanno accolto come un amico.Mi hanno detto che dovevo fare l’ape operaia; mi divertivo moltissimo e avevo moltissimi amici che mi aiutavano. Certe volte andavo dalla regina e lei mi diceva: «Dove eri finita Oscar?». E io rispondevo: «Ero andata a prendere il miele!».La regina mi diceva di stare sveglia anche di notte.

Marco

bruno-angelini

Artigiani al mercatino: Antonella e le sue borse

I briganti ti chiedono la borsa o la vita; le donne le vogliono tutt’e due.

(Samuel Butler)

Le scarpe sono come gli amanti (scelti d’impulso). Le borse sono simili ai mariti: prima di sposarne uno ci si pensa un po’.
(Paola Jacobbi)

La borsa di ogni donna è l’ufficio oggetti smarriti e ritrovati allo stesso tempo
(Anita Daniel)

Provate, così per curiosità, a cercare su internet le frasi o gli aforismi che riguardano le borse. Ne troverete tantissimi, simili a quelli che vi abbiamo qui proposto. Ma se le borse lasciano così tante interpretazioni, cosa possiamo dire di chi le borse le crea? Quante idee avrà messo in campo la nostra Antonella? Quanti stili e quante forme avrà inventato per catturare i desideri delle visitatrici del Mercatino di Santa Massenza?

Noi l’abbiamo colta sul fatto, mentre creava qualcosa di unico, come sempre. Non resta ora che soddisfare la curiosità ed andare a trovarla al mercatino di Natale. Nel suo atelier non ci saranno solo borse ma anche monili fatti a mano e stupendi scaldacollo!

antonella-poli

Artigiani al mercatino: Eleonora ed i suoi cappelli

tratto da: l’uomo che scambiò sua moglie per un cappello, di Oliver Sacks

….dopo aver descritto la foto di una distesa ininterrotta di dune del Sahara come “un fiume e un piccolo albergo con la terrazza sull’acqua”….il dottor P., convinto che la visita fosse finita, si guardò intorno alla ricerca del cappello. Allungò la mano e afferrò la testa di sua moglie, cercò di sollevarla, di calzarla in campo. Aveva scambiato la moglie per un cappello!….

Non ne siamo ancora certi ma, dopo avervi dato questo spunto letterario, possiamo simpaticamente pensare che i cappelli e le creazioni di Eleonora possano fare perdere la testa…

Non resta che provare di persona…

eleonora-paloma

Artigiani al mercatino: Lendy e la sua cioccolata

Oggi cominciamo a presentare gli espositori del Mercatino di Natale di Santa Massenza e lo facciamo a modo nostro, interpretando lo spirito dei nostri artigiani.

Partiamo con il presentarvi Lendy e le sue golose creazioni di cioccolata. Lo facciamo rubando le parole di un bellissimo film, Chocolat, invitandovi poi a venire di persona ad assaggiare le sue tentazioni!

Luc: Ogni volta dico a me stesso che è l’ultima volta, ma poi sento il profumo della sua cioccolata calda, o… 

Signora Audel: … conchiglie. Conchiglie di cioccolato, così piccole, così semplici, così “innocenti”. Pensai, oh, solo un piccolo assaggio, non può fare niente di male. Ma poi scoprii che erano ripiene di ricco, peccaminoso… 

Yvette: … burro cremoso che si “scioglie”, Dio mi perdoni, si scioglie così lentamente sulla lingua, e ti riempie di piacere”

landy

Vite di Luce 2014: SECONDO WEEKEND

IL PROGRAMMA INTERO DELLA MANIFESTAZIONE

Sabato 13 Dicembre
SPIRITO ARTIGIANO NEL BORGO DELLA GRAPPA
Ore 14.00 (fino alle 21.00): apertura del mercatino artigianale dislocato lungo le vie di Santa Massenza
CONVEGNO
Ore 20.30: presso la Sala ….. della Centrale Idroelettrica di Santa Massenza, convegno dal titolo “Il delicato rapporto tra Uomo e Ambiente”. Interverranno Ugo Morelli e Luca Mercalli, moderati da Enrico Franco (INGRESSO GRATUITO, PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA) –  PREVISTA DIRETTA STREAMING

Domenica 14 Dicembre
RINCORRI BABBO NATALE
Ore 10.00: ritrovo ed iscrizioni
Ore 11.00: partenza
Ore 12.00: ristoro finale e premiazioni
PERCORSO 5 km tra i panoramici vigneti
Iscrizioni 5 € adulti, 3 € bambini
PREMI per varie categorie
SPIRITO ARTIGIANO NEL BORGO DELLA GRAPPA
Ore 10.00 (fino alle 19.00): apertura del mercatino artigianale dislocato lungo le vie di Santa Massenza
LE FIABE MUSICATE
Ore 14.00-16.30: le fiabe della natura raccontate in musica (laboratorio per bambini 6-14), a cura dell’Associazione Musicale Valle dei Laghi

INFO PRESSO

www.valledeilaghiturismo.it — 0461864400

www.discovertrento.it — 0461216000